Print Friendly, PDF & Email

TARALLUCCI E VINO: DALLA RACCOLTA DELLE OLIVE ALL’OLIO EVO

Cari amici della Community di Tarallucci e vino, sapete quanto ci piace mangiare cose buone e genuine e soprattutto quanto amiamo la tradizione e utilizzare nelle nostre ricette i prodotti che ci offre il territorio.

Ebbene, a fronte di tutto ciò, non potevamo certo non dedicarci alla raccolta delle olive, al fine di avere in cucina dell’olio extra vergine d’oliva buonissimo a disposizione per tutti i nostri piatti!

Raccogliere le olive è un’attività molto gratificante.

Un po’ faticosa in realtà, ma gli sforzi vengono ripagati ampiamente dalla gioia di stare all’aria aperta e dalle bellezze e i colori che la natura ci offre in autunno.

Comunque, armati di tanta pazienza e volontà, abbiamo posizionato i teli sotto gli alberi e poi abbiamo iniziato la raccolta.

Le olive sui rami più bassi sono state tolte direttamente a mano, mentre per le altre abbiamo utilizzato uno strumento ad aria compressa (abbacchiatore).  Utilissimo

Dai teli le olive poi sono finite nei sacchi di juta e quindi tenute da parte fino a sera, quando le abbiamo portate al frantoio.

A questo punto il lavoro è passato nelle mani scrupolose e professionali degli addetti all’estrazione dell’olio dalle olive, in modalità meccanica “a freddo”.

Di più sul procedimento tecnico non sappiamo dirvi

Il giorno seguente comunque, siamo andati a ritirare il frutto del nostro lavoro e…il resto è storia!

Una storia raccontata, ricetta dopo ricetta, e pubblicata sul nostro sito taralluccievino.it e condivisa sulle nostre pagine social di Facebook, Twitter e Instagram.

La prima ricetta semplicissima che abbiamo preparato la sera stessa per assaggiare l’olio extra vergine appena prodotto, è stata una bella bruschetta da fare in due minuti.

Abbiamo bruschettato quindi delle fette di pane e poi le abbiamo condite con un filo d’olio evo e un pizzico di sale.

Una delizia assoluta per il palato!

Continuate a seguirci dunque su Tarallucci e vino!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 + 22 =