Print Friendly, PDF & Email

Supplì al telefono

Ecco un’altra ricetta tipica della cucina romana alla maniera della nostra Roberta: supplì al telefono.

La versione originale prevede ad esempio l’uso di sugo arricchito da carne macinata e pecorino, invece nella ricetta di Roberta, che trovate sotto, il sugo è semplice ed è stato aggiunto parmigiano grattugiato.

Fateci sapere come preparate i vostri supplì e noi pubblicheremo la ricetta su Tarallucci e vino e la condivideremo con tutti gli appassionati di enogastronomia della nostra Community.

Ora dunque la versione di Roberta dei supplì al telefono.

12 supplì

2 ore circa

Facile

Costo basso

Ingredienti Supplì al telefono

  • 200 grammi di riso
  • 1 cipolla
  • 1 dado per il brodo
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 250 ml di Polpa di pomodoro
  • Sale q.b.
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 Mozzarella
  • 2 uova intere
  • Pangrattato q.b.
  • 1 dadino di burro
  • Olio per friggere
Supplì al telefono

Preparazione Supplì al telefono

Come prima cosa preparare il sugo. In un tegame far soffriggere la cipolla tagliata a pezzettini in olio extra vergine d’oliva.

Quando la cipolla sarà imbiondita, aggiungere la polpa di pomodoro e un po’ di sale.

Nel frattempo preparare il brodo vegetale che servirà per cuocere il riso.

Aggiungere quindi il riso nel pomodoro e iniziare a cuocerlo, girando man mano e aggiungendo il brodo quando serve.

A fine cottura mantecare con il burro e con il parmigiano grattugiato e spegnere il gas.

Supplì al telefono

Lasciar raffreddare il riso prima a temperatura ambiente e poi in frigo.

A questo punto preparare i supplì uno ad uno, dando loro la forma e la grandezza desiderata.

Sbattere le due uova e tenerle in un contenitore.

In un altro contenitore mettere un po’ di pangrattato.

In ogni supplì inserire un pezzettino di mozzarella e poi passarlo all’uovo e quindi al pangrattato.

Una volta finito friggerli in olio bollente e metterli un po’ ad asciugare su carta assorbente.

A questo punto servirli ma prima fare la prova del telefono: aprirne uno e controllare se la mozzarella crea il filo che unisce uno capo all’altro del supplì!

Buon appetitoJ

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 − 17 =


Vuoi entrare a far parte della community online di Tarallucci e vino? Invia la tua ricetta!

Cornetti salati di pasta brisée
Zucchine ripiene al forno con le cipolle
Torta ai vasetti cioccomenta
Torta al cioccolato senza lievito
Maltagliati con noci, pinoli e semi di lino
Paella di pesce
Carciofi romaneschi pastellati al forno
Tiramisù fragole e cioccolato bianco