Print Friendly, PDF & Email

Roselline al forno con zucchine e sottiletta

Quella che vi presentiamo oggi è la prima ricetta del nostro amico Marco, che ha preparato uno sfizioso antipasto, che può essere servito anche come secondo piatto, e che ha voluto condividerlo con noi di Tarallucci e vino: le roselline al forno con zucchine e sottiletta.

Una vera specialità😊

Il procedimento non è complicato, basta seguire le indicazioni che ci ha fornito Marco e che trovate di seguito.

Vi consigliamo di provare questa ricetta e poi di farci sapere come è andata.

Noi faremo altrettanto, anche perché solo guardando le foto ci è venuta l’acquolina in bocca!

Ecco dunque gli ingredienti e la ricetta di Marco!

8 roselline

40 minuti circa

Facile

Costo basso

Ingredienti Roselline al forno con zucchine e sottiletta

  • pasta fresca per la pizza
  • 2 zucchine
  • 1 sottiletta
  • sale q.b.
  • Olio extra vergine d’oliva
roselline al forno

Preparazione Roselline al forno con zucchine e sottiletta

Iniziare la preparazione delle roselline al forno con zucchine e sottiletta lavando accuratamente le zucchine sotto l’acqua corrente.

Successivamente asciugarle per bene e tagliarle a fettine sottili utilizzando il pelapatate.

Poi tagliare a strisce la pasta fresca per la pizza, tante strisce quante sono le roselline da preparare.

Adagiare quindi su ogni striscia di pasta le zucchine e la sottiletta e infine arrotolare ogni striscia di pasta farcita, fino ad ottenere una forma simile a un bocciolo di rosa.

Prendere quindi una teglia e rivestirne il fondo con la carta da forno e sistemare per bene le roselline, una accanto all’altra.

Prima di infornare, condire con olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale e poi lasciar cuocere a 180-200°C per circa 20 minuti.

Servire le roselline al forno con zucchine e sottiletta calde oppure fredde, sono ottime in entrambi i modi 🙂

Vedrete che questo piatto così appetitoso e soprattutto molto bello e originale da guardare, metterà tutti d’accordo a tavola!

Buon appetito!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *