Print Friendly, PDF & Email

Mandorle pralinate

Che ne dite di preparare una ricetta dolce e sfiziosa insieme a noi?

Rita ha condiviso con tutti noi di Tarallucci e vino la sua ricetta per cucinare delle squisite mandorle pralinate, un dolcetto da gustare in compagnia e dalla preparazione velocissima.

Preparare questo dolce è veramente semplice e Rita ci ha spiegato passo passo come realizzare le sue mandorle. Non potrete sbagliare! Inoltre serviranno pochissimi ingredienti per questa ricetta.

Perciò su il grembiule, prendiamo gli ingredienti e cuciniamo tutti insieme!

Inoltre le mandorle hanno numerosi benefici per il nostro organismo, ve ne elenchiamo alcuni: sono energizzanti, sono utili a prevenire il diabete, riducono il colesterolo e i trigliceridi, favoriscono la perdita di peso, proteggono l’intestino e fortificano le ossa.

Non dimenticate che aspettiamo sempre le vostre ricette da condividere insieme alla community di Tarallucci e vino!

Continuate a seguirci!

Ideale da sgranocchiare in compagnia

30 minuti circa

Molto facile

Costo basso

Ingredienti Mandorle pralinate

  • 100 grammi di mandorle sgusciate
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • mezzo bicchiere di acqua
Mandorle pralinate

Preparazione Mandorle pralinate

Ecco per voi il procedimento della ricetta di Rita che come abbiamo già accennato è veramente molto semplice:

Per prima cosa in una padella che sia antiaderente, versare le mandorle, lo zucchero e l’acqua.

Cuocere il tutto a fiamma moderata per circa 18-19 minuti, avendo cura di girare spesso con un cucchiaio di legno.

Una volta che lo zucchero assume un aspetto sabbioso, continuare a mescolare e, quando inizia a sciogliersi, sovrapporre le mandorle per qualche secondo e spegnere il fuoco.

Trasferire quest’ultime in un piatto e lasciarle completamente raffreddare. Buonissime, una tira l’altra ve lo assicuriamo!

Provate a farle e non ve ne pentirete!

Altre ricette di Rita da consultare:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *