Print Friendly, PDF & Email

Crema di cozze e peperoni allo zafferano

Oggi a Tarallucci e vino abbiamo il piacere di condividere con voi una nuova ricetta gourmet del nostro amico Ugo che ci ha preparato la crema di cozze e peperoni allo zafferano. Che delizia!

Il piatto, di origine francese, può essere servito come antipasto.

Vi consigliamo veramente di provare questa ricetta.

Inoltre vi invitiamo ad inviarci le vostre ricette e i vostri piatti che condivideremo con la community di Tarallucci e vino!

4 persone

1 ora circa

Media difficoltà

Costo medio-basso

Ingredienti Crema di cozze e peperoni allo zafferano

  • 30 cozze
  • una carota media tagliata a pezzetti
  • una cipolla media tagliata a fette
  • un pezzetto  di sedano tagliato a pezzetti piccoli
  • due pomodori tagliati a cubetti
  • 80 grammi di peperone giallo tagliato a cubetti
  • 80 grammi di peperone rosso tagliato a cubetti
  • ½ bicchiere  di  vino bianco
  • 2  spicchi di aglio
  • una bustina di zafferano
  • Poco prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.
  • pepe bianco q.b.
crema di cozze e peperoni allo zafferano

Preparazione Crema di cozze e peperoni allo zafferano

Ecco per voi la ricetta di Ugo:

In una pentola far soffriggere gli spicchi d’aglio nell’olio extravergine d’oliva.

Aggiungere le cozze e coprire il recipiente.

Dopo qualche minuto le cozze si saranno aperte.

Scartare i gusci e tenere da parte la polpa ed il liquido di cottura delle cozze.

In un pentolino far soffriggere cipolla, carote e sedano senza che prendano colore.

Aggiungere il vino bianco e farlo un po’ evaporare.

Aggiungere i pomodori, i peperoni, l’acqua di cottura delle cozze e se c’è un po’ di brodo di pesce. Altrimenti va bene anche un po’ di brodo vegetale. Aggiungere lo zafferano e far bollire per altri 20 minuti. Quindi frullare.

Far ancora una volta raggiungere il bollore ed aggiungere la polpa delle cozze.

Aggiustare di sale.

Servire con sopra del prezzemolo tritato.

Buon appetito da Tarallucci e vino!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *